Yemen, il regime cade sotto i colpi della primavera araba: Saleh firma l’accordo per il passaggio dei poteri

Ali Abdullah Saleh

YEMEN: SALEH FIRMA PASSAGGIO DEI POTERI – La notizia viene battuta dalle agenzie di stampa pochi minuti dopo le 17: nello Yemen Ali Abdullah Saleh ha firmato, davanti al re saudita Abdallah, l’accordo per il passaggio dei poteri al numero due del governo, il vicepresidente Abd Rabbo Mansur Hadi. Dopo mesi di manifestazioni, violenze, repressione e dimissioni annunciate ma non messe in atto da parte del presidente, anche il regime yemenita cade sotto i colpi della primavera araba. Stavolta Saleh ha finalmente rispettato l’intesa, raggiunta soprattutto grazie all’opera mediatrice del Consiglio di cooperazione del Golfo – composto da Kuwait, Emirati arabi, Arabia Saudita, Bahrein, Qatar e Oman – e ha rassegnato le dimissioni in cambio dell’immunità.

Ora la palla passa al suo vice, a cui spetta il compito di istituire un nuovo governo e di indire, finalmente, le prime elezioni presidenziali libere dopo oltre trent’anni di regime.

T.D.C.