Governo Monti: presto le misure contro la crisi e per la crescita

I ministri del governo Monti con il Presidente Napolitano

GOVERNO: MISURE – Il Consiglio dei Ministri ha oggi diffuso un comunicato ufficiale in cui si rende noto che è stato avviato l’iter per la definizione “nel più breve tempo possibile” delle misure anticrisi. Nel comunicato è scritto anche che l’Italia ha “compiuto progressi significativi in materia di consolidamento fiscale” e che l’impegno dell’attuale governo è quello di “rendere tale consolidamento sostenibile in tempi rapidi con misure di impulso alla crescita“.

Oggi, il presidente del Consiglio Mario Monti, riferendo in Cdm dell’incontro di ieri con il cancelliere tedesco Angela Merkel e il presidente francese Nicolas Sarkozy, ha sottolineato ancora una volta che verranno introdotte riforme strutturali eque ed incisive con il consenso delle parti sociali. In una nota di Palazzo Chigi, si precisa poi che durante il vertice di Strasburgo di ieri con Merkel e Sarkozy il Presidente del Consiglio ha rinnovato gli impegni già assunti con l’Europa, soprattutto il raggiungimento del pareggio di bilancio nel 2013, e ha illustrato un programma di riforme rigorose ma eque sulla base di quello enunciato nel suo discorso al Senato del 17 novembre scorso.

Tra i primi provvedimenti del Consiglio dei ministri di oggi c’è l’approvazione di due disegni di legge di ratifica di Atti internazionali per la lotta all’evasione, presentati dal ministro degli Esteri Giulio Terzi. Si tratta del Protocollo di modifica della Convenzione fra l’Italia e Mauritius, per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito e prevenire le evasioni fiscali, e dell’Accordo fra l’Italia e le Isole Cook sullo scambio di informazioni in materia fiscale.

 

Redazione