Inchiesta P4: Bisignani patteggia un anno e sette mesi di reclusione per dieci capi di imputazione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:53

Luigi Bisignani
INCHIESTA P4: BISIGNANI PATTEGGIA – Oggi, Luigi Bisignani, l’uomo d’affari legato ai potenti e coinvolto nell’inchiesta sulla cosiddetta P4, ha patteggiato la pena di un anno e sette mesi di reclusione, davanti al gup di Napoli Maurizio Conte, per dieci capi di imputazione ai quali è stato condannato. Tra questi ci sono l’associazione per delinquere, il favoreggiamento, la rivelazione di segreto e la corruzione. Il Gup di Napoli ha dunque ritenuto congruo l’accordo raggiunto tra la procura, rappresentata dai pm Henry John Woodcock e Francesco Curcio, e i difensori di Bisignani, gli avvocati Fabio Lattanzi e Gianpiero Pirolo. L’imputato non era in aula.

Bisignani non avrà il beneficio della sospensione della pena perché ha già un precedente penale. Pertanto, quando la sentenza passerà in giudicato, l’uomo d’affari, al momento libero, dovrà essere nuovamente arrestato. Anche se i suoi avvocati confidano nella possibilità di ottenere per il loro assistito gli arresti domiciliari e subito dopo l’affidamento ai servizi sociali.

Redazione