Lega Nord: Umberto Bossi cancella incontro con Berlusconi. Maroni: “Finita l’alleanza con Pdl”

 

LEGA NORD – Come anticipato più volte dalla Lega nei giorni scorsi, Umberto Bossi non ha incontrato l’ex premier e alleato Silvio Berlusconi, il quale qualche giorno fa aveva rassicurato che l’alleanza Carroccio-Pdl fosse indissolubile. Ma il Cavaliere forse ancora non si è destato dal sogno governativo e finge di non sapere che la Lega ora è all’opposizione, senza se e senza ma. E se si trova lì la colpa, in buona parte, è proprio sua, in quanto ha preferito non indire elezioni anticipate e lasciare il potere nelle mani di un governo tecnico che, come primissima mossa, ha cancellato il ministero per le Riforme guidato dal senatur. Roberto Maroni aveva lasciato trapelare, proprio in presenza del Cavaliere e di Angelino Alfano, che il faccia a faccia sarebbe saltato e ieri ha ribadito: “Io sono stato contrario a questo incontro, non si capiva perchè bisognasse farlo. Bene che non si sia fatto… Oggi come oggi, la Lega andrà da sola dove si vota, andrà da sola ovunque, perchè è finita l’alleanza con il Pdl”. Tra l’altro sarebbe stato difficile spiegare l’eventuale incontro al popolo padano che domani si riunirà a Vicenza per la riapertura del Parlamento del Nord: “A Vicenza – ha spiegato l’ex ministro dell’Interno – ci sarà la ripresa da parte della Lega del suo vero progetto, che non è il federalismo o l’autonomismo, ma è l’indipendenza della Padania, come è scritto nell’articolo 1 del nostro statuto”.

Intanto Renzo Bossi ha depositato una mozione in Regione per chiedere che la Lombardia solleciti il governo Monti a completare la strada che porta al federalismo fiscale e che era stata avviata dal precedente esecutivo. “Il nuovo governo nazionale guidato dal professor Monti – recita la mozione – prevede il ministero della Coesione territoriale, che elimina ogni riferimento alle Regioni e alle riforme (come fin ad oggi potevamo trovare). Non è chiaro di cosa si occuperà, perchè sembra affossare definitivamente qualunque iniziativa governativa in tema di federalismo, evocando una politica centrista in netto contrasto invece con quello di cui questo Paese avrebbe realmente bisogno”. Il popolo padano si sta muovendo…

 

Luigi Ciamburro