Crisi, la Merkel esulta per l’intesa raggiunta al vertice Ue: “Abbiamo salvato l’euro”

La cancelliera tedesca Angela Merkel

CRISI: MERKEL SODDISFATTA PER INTESA A VERTICE UE – Quello della rinuncia ad una fetta di sovranità da parte degli Stati membri in favore di organismi sovranazionali è l’eterno problema dell’Ue. Il processo di integrazione europea è costellato di discussioni sulla questione e l’argomento è tornato alla ribalta in questi mesi nel quadro dei negoziati tra i leader europei finalizzati a salvare il vecchio continente dalla crisi, poiché la congiuntura economica negativa internazionale ha imposto esigenze nuove e la necessità di rivedere l’organizzazione economica comunitaria si è fatta pressante.

L’ultimo e decisivo capitolo delle trattative si è svolto ieri a Bruxelles, dove nella notte i capi di Stato e di governo dell’Ue hanno trovato un’intesa sulla stesura di un documento intergovernativo che andrà ad aggiungersi al Trattato europeo: i Paesi firmatari si sono impegnati ad adottare una nuova normativa in materia economica e hanno accettato sanzioni severe e automatiche per chi infrangerà le regole. Si è tirata fuori la Gran Bretagna, che non smentisce la sua tradizione isolazionista e poco incline alla rinuncia alla sovranità in favore dell’Ue.

Non nasconde la soddisfazione per l’accordo raggiunto Angela Merkel, che parla di un’intesa “importante” per la sopravvivenza della zona euro. “Il mondo – dice – vedrà che gli europei hanno imparato dai loro errori”. La cancelliera tedesca precisa che non era possibile raggiungere “deboli compromessi per il bene dell’euro”, quindi sono state decise “regole severe”. “Il britannici sono sempre stati fuori dall’euro – aggiunge, commentando la posizione del governo di David Cameron – quindi siamo già abituati”.

T.D.C.