Marchionne si difende: “Non sono anti-italiano”

Sergio Marchionne

MARCHIONNE FIAT ITALIASergio Marchionne al “Corriere Della Sera” si è difeso da chi lo ha accusato di essere anti italiano “Jonh Elkann ed io abbiamo voluto la nuova Panda a Pomigliano perchè la Fiat ha una storia di 112 anni nel nostro paese: ci stanno a cuore l’Italia e tutti gli uomini e le donne che lavorano con noi, ecco perchè non sono l’anti-italiano”,

“Trasferire la produzione della nuova Panda dalla Polonia a Pomigliano d’Arco – ha continuato Marchionne -è stata una scelta irrazionale e controcorrente, che ha sorpreso soprattutto gli investitori e gli analisti, per rilanciare l’industria dell’auto in uno stabilimento difficile che stiamo trasformando in un centro di eccellenza. La nuova Panda – ha concluso Marchionne -è una grande occasione per dimostrare al mondo che gli italiani sanno lavorare bene e che hanno tutte le potenzialità per rilanciare il nostro Paese”