Tasso di disoccupazione: in Irlanda in aumento del 5,25% rispetto allo scorso anno

IRLANDA: DISOCCUPAZIONE IN AUMENTO – Secondo una ricerca nazionale condotta dal CSO (Central Statistics Office), nella Repubblica d’Irlanda il tasso di disoccupazione sarebbe cresciuto del 5,25% nel corso di un solo anno. Stando ai dati pubblicati dalla statistica, dati che si riferiscono alla fine di settembre 2011, il numero di persone senza un impiego sarebbe cresciuto di 15. 700 unità rispetto al 2010 e porterebbe la cifra complessiva di disoccupati a 314.700.
Una preoccupante differenziazione in termini di rilevanza occupazionale è stata evidenziata in base all’appartenenza di genere: se per gli uomini il tasso di disoccupazione è salito di circa il 2,3%, per le donne è stato attestato un aumento pari all’ 11,4%.

Cresce anche la cosiddetta disoccupazione a lungo termine. Se nel 2010, sul totale di individui senza impiego, il 47%  si trovava dal mercato del lavoro da parecchio tempo, nel 2011 la percentuale è salita al 56,3. Nel 2009, la disoccupazione a lungo termine costituiva solo il 25,5% della disoccupazione complessiva.
Il settore più colpito dall’assenza di prospettive lavorative in Irlanda sarebbe, secondo i risultati del sondaggio, quello dell’educazione. E’ stata registrata una consistente decrescita nell’apparato di impiego che ruota attorno al sistema per la formazione irlandese: l’8, 1% di lavoratori interni al settore in meno rispetto allo scorso anno. A seguire, per quanto riguarda le aree in declino da un punto di vista occupazionale, il settore alberghiero (- 8.500 impiegati) e quello dell’industria (- 7.700 impegati).

Sarebbero soprattutti i giovani a sperimentare le conseguenze di questo calo occupazionale. In particolare le categorie di individui in potenziale attività compresi nella fascia 20-24 anni (-13.1%) e in quella 25-34 (-5,8%).

Il tasso complessivo di disoccupazione in Irlanda è arrivato alla preoccupante cifra percentuale di 14. 2. Una veloce comparazione con gli altri paesi europei: la media comunitaria è attestata attorno al 9.3%, il paese con più disoccupati è la Spagna (20, 9%) e quello con il minor percentuale di cittadini senza impiego è l’Austria (4,1%)

Nicoletta Mandolini