La discussione della manovra rischia di slittare. Ma Fini accelera: “No a nuovi rinvii”

Gianfranco Fini

MANOVRA: RISCHIO SLITTAMENTO APPROVAZIONE -Rischiano di allungarsi i tempi parlamentari per il via libera alla manovra, che invece il governo spera di approvare entro Natale. Infatti il provvedimento è stato investito da una pioggia di emendamenti, il cui esame stra procedendo molto lentamente, ed è stato ulteriormente appesantito dalla polemica in merito alle liberalizzazioni, tanto che proprio in queste ore si è deciso di escludere i taxi dall’applicazione di queste ultime, almeno per il momento.

L’esame delle modifiche proposte dai partiti, dunque, è uno dei maggiori ostacoli sulla via dell’approvazione in tempi rapidi, tanto che si sta presentando il rischio concreto di uno slittamento della discussione del decreto ‘Salva Italia’ alla Camera, fissata per domani. Gianfranco Conte, numero uno della commissione Finanze di Montecitorio, spiega che “non è possibile rispettare questo calendario” e riferisce di “contatti informali avviati con il presidente della Camera Gianfranco Fini per prorogare l’avvio” dell’esame.
Ma poi è lo stesso leader di Fli ad escludere categoricamente ulteriori rinvii. “Non ho alcuna intenzione di differire – spiega -La manovra domani mattina sarà in Aula”.

C’è grande attesa, intanto, per la presentazione, che dovrebbe avvenire proprio domani, degli emendamenti relativi alla riduzione degli stipendi dei parlamentari – che verrà delegata alle Camere – e all’eliminazione delle province nel 2013.

T.D.C.