Elezioni in Egitto: aggredito e gravemente ferito un candidato liberale

Elezioni Egitto

EGITTO: ATTACCO A CANDIDATO LIBERALE – Un grave episodio si è verificato oggi in Egitto, nella seconda giornata del secondo turno delle elezioni. Un candidato liberale, Yasser Mohammed, ha subito un’aggressione, rimanendo gravemente ferito. Un testimone rimasto anonimo ha riferito alle agenzie di stampa che il candidato è stato aggredito e “picchiato selvaggiamente” da alcuni sconosciuti; ora si trova in stato di coma. L’episodio di violenza si è verificato nel comune di al-Sharqia, 80 km a nord-est della capitale Il Cairo, nella regione del Delta del Nilo.

In questa giornata elettorale, si segnalano inoltre tentativi di brogli. Il Segretario di un seggio del popoloso quartiere di Giza, al Cairo, è stato sorpreso con dodici schede elettorali nascoste nei vestiti. L’uomo è stato arrestato dalle forze di sicurezza che vigilano sulle elezioni. Non è ancora chiaro se le schede trafugate fossero state votate oppure no. Sempre nel quartiere di Giza, un elettore ha provato a votare due volte, ma è stato fermato in tempo. A Menufia, invece, a nord del Cairo, un uomo ha invitato gli elettori a votare per un partito mentre si trovava all’interno di un seggio elettorale. L’uomo è stato denunciato.

Il lungo processo elettorale egiziano si concluderà a metà gennaio. Il primo turno delle elezioni era stato vinto dai partiti islamici, intenzionati a vincere anche il secondo.

Redazione