MARIO MONTI

MONTI: LIBERALIZZAZIONI – In seguito alle accuse, sollevate da più parti, per non aver fatto abbastanza sul fronte delle liberalizzazioni, il Presidente del Consiglio Mario Monti è intervenuto oggi per chiarire la sua posizione sulla questione. Monti ha assicurato che le liberalizzazioni verranno fatte, nonostante le molte resistenze incontrate in proposito, che tuttavia, “con determinazione tenace”, possono essere superate. Il Premier ha poi aggiunto che l’approvazione della manovra economica verranno varate le misure per la crescita.

In merito alla recessione in atto nel Paese e l’impatto che può avere su questa la nuova manovra economica, Monti ha tenuto a sottolineare che se nonostante gli effetti recessivi, senza la manovra la recessione sarebbe stata decisamente peggiore. Il premier ha quindi precisato: “Ho l’impressione che gli italiani, pur avendo com’è giusto una scarsissima simpatia per i sacrifici, capiscano che l’alternativa non è la vita come sempre senza quei sacrifici, ma la vita con dei sacrifici molto più grandi“. “Senza questa manovra ci sarebbero state discontinuità nella capacità dello Stato di fare fronte ai propri impegni, di restare in un quadro di stabilità monetaria e di onorare i contratti”, ha aggiunto.

Monti ha quindi rassicurato sui “nuovi provvedimenti per la crescita”. “Il ministro Passera sta alacremente lavorando per provvedimenti in questa direzione”, ha detto.

Redazione