Calcioscommesse: Doni ha provato a fuggire

Cristiano Doni

CALCIOSCOMMESSE: DONI ARRESTATO – Nel nuovo scandalo del calcioscommesse emergono nuovi particolari. Questa mattina all’alba, quando gli agenti delle forze dell’ordine si sono presentati alla sua porta, l’ex capitano dell’Atalanta Cristiano Doni ha provato a fuggire. Il calciatore, trovatosi davanti agli agenti, ha provato a scappare dirigendosi verso il garage di casa, ma è stato bloccato.

Doni sarebbe implicato in un giro di scommesse illegali e partite di calcio truccate, in cui sarebbero implicate anche alcune partite dello scorso campionato, gestito da una vera e propria organizzazione criminale, con vertice a Singapore e basi operative nell’Europa orientale. A capo dell’organizzazione ci sarebbe un certo Eng Tan Seet, detto ‘Dan’. L’uomo poteva contare su molti appoggi per alterare gli esiti finali di partite italiane ed estere, mentre le puntate sulle partite combinate venivano effettuate su siti asiatici, al fine di eludere sospetti ed eventuali controlli.

Nell’ambito dell’inchiesta sul calcioscommesse, il Gip di Cremona, Guido Salvini, ha emesso 17 ordinanze di custodia cautelare. Insieme a Doni sono stati arrestati altri calciatori. Per tutti il Gip ha disposto il divieto di colloquio con i legali per cinque giorni.

 

Redazione