Spagna: Rajoy annuncia il suo piano di austerità, ma non toccherà le pensioni

Mariano Rajoy leader del Partito Popolare spagnolo

SPAGNA: PIANO AUSTERITÀ – Nel suo discorso di oggi, in vista dell’investitura ufficiale di domani, il nuovo premier spagnolo Mariano Rajoy, vincitore alle elezioni dello scorso 20 novembre, ha annunciato il suo piano di austerità per risollevare la Spagna dalla crisi. Il piano prevede tagli alla spesa pubblica per 16,5 miliardi di euro nel 2012, senza toccare, tuttavia, le pensioni, come Rajoy aveva promesso in campagna elettorale. “L’unico impegno di aumento della spesa che sentirete oggi è l’adeguamento del potere d’acquisto delle pensioni, ha detto il leader del Partido popular. Rajoy ha poi annunciato che entro gennaio verrà approvata la cosiddetta “regola d’oro” (concordata all’ultimo vertice di Bruxelles dell’8-9 dicembre) sull’equilibrio di bilancio in costituzione, che fissa al 2020 il tetto del debito al 60% del Pil e quello del deficit allo 0,45%.

Il nuovo premier spagnolo ha posto come priorità assoluta del suo programma di governo quella della lotta alla disoccupazione, che in Spagna è arrivata al 23%, con 5,4 milioni di senza lavoro (la disoccupazione giovanile è al 48%, il tasso più alto dell’Unione Europea). “Non avrò pace fino a che non raggiungerò l’obiettivo fondamentale”, ha detto Rajoy, quello della creazione di posti di lavoro.

L’altro obiettivo del nuovo premier è quello di riformare la stagnante economia spagnola, affinché diventi più flessibile e più competitiva. Il leader conservatore vuole poi introdurre una riforma strutturale del sistema finanziario, con la creazione di una “bad bank” che compri asset tossici immobiliari delle banche private. Rajoy, comunque, non ha ostentato facili ottimismi, la situazione e le prospettive dell’economia spagnola, infatti, “non sono affatto promettenti”, ha ammesso, invitando quindi tutte le forze politiche in Parlamento ad un “dialogo aperto e trasparente”, per affrontare insieme la crisi peggiore degli ultimi 35 anni.

Il dibattito per l’investitura del nuovo Capo del governo spagnolo proseguirà domani, quando si terrà il voto di investitura. Mercoledi Rajoy giurerà davanti a Re Juan Carlos e annuncerà la composizione del nuovo governo. La prima riunione del consiglio dei ministri è prevista per venerdì. Il Partito popolare di Rajoy ha la maggioranza assoluta nel Parlamento spagnolo.

 

Redazione