Gas killer: monossido di carbonio uccide due fratelli nel Modenese, a Genova muore un’anziana

Genova, ospedale San Martino

 

 

GAS KILLER – Come tristemente accade ogni inverno il monossido di carbonio sprigionato dalle stufe a gas ha causato, nella giornata di ieri, tre vittime. Nel Modenese due fratelli celibi e pensionati, Paolo e Dino cavallini, di 64 e 57 anni, sono stati trovati morti nella loro abitazione di Fanano. A lanciare l’allarme sono stati i parenti che attendevano i due per il consueto pranzo di Natale: allertate le forze dell’ordine, con l’ausilio dei vigili del fuoco sono entrati in casa e hanno trovato i cadaveri dei due fratelli e l’abitazione è stata posta sotto sequestro.

A Genova un’anziana donna di 77 anni è morta per asfissia nel pomeriggio di ieri, mentre cinque vicini di casa sono stati ricoverati per intossicazione all’ospedale San Martino (vedi foto) del capoluogo ligure. Dei cinque intossicati uno sarebbe in gravi condizioni.

 

L.C.