Guerra in Siria: il primo giorno degli osservatori arabi

Donne velate protestano contro il regime di Assad

 

 

GUERRA IN SIRIA – Oggi in Siria arriverà il primo gruppo di 50 osservatori inviati dalla Lega Araba e guidati dal generale sudanese Mustafa Dabi, al fine di tentare di arginare l’ondata di violenze messe in atto dal regime di Bashar al-Assad che ha alzato il tiro contro disertori e civili che protestano per chiedere più diritti. Il giro di ‘ispezione’ comincerà dalla città di Homs, sottoposta a un estenuante assedio dalle milizie governative, per poi proseguire nella capitale Damasco e nelle città di Hama ed Edleb. Nel consueto messagio natalizio ‘Urbi et Orbi’ papa Benedetto XVI ha invocato la cessazione delle violenze in Siria, invocando il Signore affinchè “faccia cessare le violenze in Siria dove tanto sangue è stato versato”. Negli ultimi dieci mesi, secondo stime dell’Onu, sono oltre 5mila le vittime civili della guerra civile in corso.

 

L.C.