Aminoacidi ramificati, l’integratore per i muscoli popolare tra gli sportivi

AMINOACIDI RAMIFICATI – Gli aminoacidi ramificati sono saliti alla ribalta negli anni ’80 quando i bodybuilder hanno visto miglioramenti nelle loro performance, grazie all’assunzione di quest’integratore. In realtà negli anni ’50 gli atleti di resistenza si accorsero che le loro prestazioni mettevano a dura prova la muscolatura, e l’assunzione di BCAA dopo la gara miglioravano notevolmente il loro tono muscolare.

I Branched Chain Amino Acids, sono considerati indispensabili, perché il nostro corpo non è in grado di produrli, ecco che l’alimentazione gioca un ruolo importante per il fabbisogno giornaliero di questa sostanza.

Gli aminoacidi ramificati sono tre, valina, leucina ed isoleucina, essi attraversano il fegato e vanno a nutrire direttamente il tessuto muscolare. La leucina è quello più importante poiché previene il danneggiamento muscolare dopo l’allenamento e contribuisce maggiormente all’ipertrofia. Agli integratori di BCAA di solito viene abbinata la vitamina B6 poiché ne potenzia l’effetto e ne agevola il trasporto alla muscolatura.

Una dieta bilanciata che comprende il consumo di carne, formaggi e uova basta a soddisfare la quota di BCAA che necessita all’organismo, ma atleti in particolare di sport di potenza hanno bisogno di un surplus di aminoacidi . I sollevatori di pesi sanno che i ramificati sono la base per la costruzione muscolare e l’allenamento disgrega le proteine muscolari, ecco perché di norma la loro assunzione viene programmata in tre fasi: prima della prestazione forniscono forza e resistenza e regolano la produzione ormonale, durante l’allenamento tengono sottocontrollo il logorio muscolare, dopo la performance aiutano l’organismo a recuperare più in fretta dalla fatica e costruiscono nuova muscolatura.

Da considerare infine che ogni soggetto ha le proprie esigenze, sia come struttura fisica, stile di vita e sport praticato, e l’utilizzo di BCAA così come il dosaggio, va pianificato con il proprio medico.

Marco Galluzzi