Arnica montana: il rimedio omeopatico per i traumi muscolari

Arnica Montana

ARNICA MONTANA – Quando non si possono usare i farmaci tradizionali perché presentano controindicazioni o effetti collaterali contrastanti con la patologia in atto, ecco che ci vengono in aiuto i medicinali omeopatici.

L’arnica montana è uno dei rimedi naturali più conosciuti, probabilmente veniva usata dai montanari per alleviare le contusioni, mentre trattamenti per curare le vie respiratorie furono abbandonati a causa della sua tossicità. E’ una pianta che si può trovare tutto l’anno nelle alture dell’Europa e dell’America del Nord, in molte zone europee è una pianta tutelata, per via della sua rarità.

Predilige le zone brulle esposte al sole e con temperature miti, ma è molto sensibile allo smog, il contatto con la pianta può provocare allergia ai soggetti ipersensibili.

Le parti utilizzate in medicina sono i fiori e il fusto sotterraneo. E’ largamente usata dagli sportivi contro i traumi muscolari, ecchimosi e infiammazioni. Le sue applicazioni offrono benefici anche per problemi articolari, reumatismi, impurità della cute e punture provocate dal contatto con insetti. Piccole lacerazioni della pelle e scottature possono essere trattate con successo con pomate a base di arnica montana, mentre per i traumi vengono utilizzati i granuli assunti per via orale. Test effettuati su individui sottoposti ad intervento chirurgico alla mano e trattati con pomata a base di arnica, hanno mostrato un decorso post-operatorio meno traumatico e un rapido miglioramento delle condizioni di salute.

Pur trattandosi di un rimedio offerto dalla natura occorre prestare attenzione, se assunta per via orale può dar luogo a spasmi addominali, emicrania e accellerazione del battito cardiaco, mentre l’utilizzo topico può provocare dermatite. Quindi bisogna sempre assolutamente consultare il proprio omeopata o medico di fiducia prima di una eventuale assunzione.

 

Marco Galluzzi