Roma: ritrovata la borsa rubata nella rapina di Tor Pignattara

Carabinieri

RAPINA TOR PIGNATTARA – Carabinieri ritrovano la borsa rubata nel duplice omicidio di Roma. Ha provocato la morte di un uomo e di sua figlia di pochi mesi a Tor Pignattara (Roma), ora l’oggetto delle disgrazie, la borsa, che è stata sottratta alla donna durante l’azione criminale, è stata ritrovata. A riuscire nell’impresa sono stati i soldati del Nucleo Investigativo di Roma in collaborazione alla Sezione Crimini Violenti del Ros.

La borsa era a pochi chilometri dal luogo del misfatto. Al suo interno è stato ritrovato sia il denaro che gli effetti persinale della famiglia. Tutto è stato inviato nel laboratorio dei Ris per ulteriori accertamenti.

Il fatto ha profondamente scosso la Capitale e tutta l’opinione pubblica italiana. “L’ultimo tragico episodio di violenza che ha portato alla morte di una bambina di pochi mesi e di suo padre è veramente troppo. La pazienza di Roma e dei romani è finita”, ha dichiarato oggi il sindaco di Roma Gianni Alemanno. “Ci sono belve criminali che agiscono nella nostra città che devono essere fermate a tutti i costi”, ha aggiunto Alemanno. Il sindaco di Roma ha poi messo sotto accusa la quantità eccessiva di armi e di droga che circola nei quartieri più pericolosi di Roma e ha invocato “misure emergenziali per riprendere il controllo del territorio, debellando un tessuto criminale che in questi mesi è cresciuto oltre ogni misura”.

Redazione online

Cronaca

giovedì, gennaio 5th, 2012

Omicidio di Tor Pignattara a Roma, Alemanno: “Le belve criminali vanno fermate”

ROMA: OMICIDIO TOR PIGNATTARA – Il feroce assalto alla famiglia cinese che si è verificato ieri sera nel quartiere di Tor Pingnattara a Roma, in cui sono stati brutalmente uccisi un giovane padre e la sua figlioletta di pochi mesi, ha profondamente scosso la Capitale e tutta l’opinione pubblica italiana. “L’ultimo tragico episodio di violenza che ha portato alla morte di una bambina di pochi mesi e di suo padre è veramente troppo. La pazienza di Roma e dei romani è finita”, ha dichiarato oggi il sindaco di Roma Gianni Alemanno. “Ci sono belve criminali che agiscono nella nostra città che devono essere fermate a tutti i costi”, ha aggiunto Alemanno. Il sindaco di Roma ha poi messo sotto accusa la quantità eccessiva di armi e di droga che circola nei quartieri più pericolosi di Roma e ha invocato “misure emergenziali per riprendere il controllo del territorio, debellando un tessuto criminale che in questi mesi è cresciuto oltre ogni misura”. Le prime decisioni in merito verranno prese oggi pomeriggio nel corso della riunione del comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico, a cui parteciperanno anche il Ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri e i vertici delle forze dell’ordine. “Roma si attende fatti e non promesse”, ha sottolineato il sindaco.

Nel frattempo è caccia agli assassini. Secondo le prime ricostruzioni degli investigatori, ieri sera intorno alle 22, Zhou Zeng, un cinese di 31 anni, aveva appena chiuso il bar di cui è titolare e stava rientrando nella vicina abitazione di via Giovannoli, nel quartiere Pigneto. L’uomo aveva in braccio la figlia di nove mesi, Joy, ed era insieme alla moglie Li Yan, 26 anni, quando la famigliola è stata aggredita sul portone di casa da una coppia di rapinatori che indossavano il casco e avevano il volto coperto da una sciarpa. I due malviventi hanno provato a strappare la borsa alla donna, che però ha tentato di resistere ai rapinatori, nel frattempo il marito andava in soccorso della moglie ed è stato a quel punto che i due banditi hanno sparato. Un solo colpo d’arma da fuoco ha prima raggiunto la bambina alla testa e dopo averla attraversata ha centrato Zhou Zeng al cuore uccidendolo sul colpo. La bambina era ancora viva quando sono arrivati i soccorsi. I medici hanno tentato di tutto per rianimarla, ma è morta poco dopo a bordo dell’ambulanza che la stava trasportando in ospedale. La mamma si trova ricoverata in stato di choc. I due rapinatori parlavano con accento romano e sono fuggiti su uno scooter. Le forze dell’ordine hanno disposto diversi posti di blocco sia intorno al quartiere che nel resto della Capitale.

Redazione

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan