Stati Uniti: l’occupazione cresce oltre le attese

Il presidente americano Barack Obama

OCCUPAZIONE USA – Torna a crescere a ritmi sostenuti l’occupazione negli Stati Uniti e lo fa oltre le attese degli analisti. Un’ottima notizia per il Presidente Barack Obama che il prossimo novembre dovrà affrontare un difficile sfida elettorale per la riconferma alla Casa Bianca, che si giocherà tutta sul versante dell’economia. lo scorso dicembre il tasso di disoccupazione Usa è sceso all’8,5%dall’8,7% di novembre (rivisto rispetto all’iniziale stima dell’8,6%), segnando il livello più basso dal febbraio 2009.

A dicembre 2011 gli occupati non agricoli sono aumentati di 200.000 unità, segnando il maggior incremento degli ultimi tre mesi e superando le attese degli analisti che prevedevano un incremento di 150.000 unità. L’aumento degli occupati ha riguardato il solo settore privato, mentre nel pubblico si è avuto un calo di 12.000 unità.

Il deciso incremento dell’occupazione è segno dell’evidente ripresa dell’economia americana. Se l’andamento positivo dovesse essere confermato nei prossimi mesi e se i Repubblicani dovessero rimanere spaccati nei confronti dei loro candidati, Obama avrà forti speranze di essere rieletto. Ma l’incognita più grande per l’attuale Presidente rimane la situazione critica dell’Eurozona e le ripercussioni negative che l’aggravarsi della crisi dell’Euro può avere sull’economia Usa.

Redazione

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan