Inter-Genoa: Massimo Moro, tifoso ligure, ricoverato al Policlinico dopo fermo polizia

 

INTER-GENOA – Ieri sera a Milano un tifoso genoano di 38 anni, Massimo Moro, è stato ricoverato al Policlinico di Milano in seguito ad una colluttazione con un agente di polizia. Secondo la ricostruzione fatta dagli agenti il tifoso ligure, giunto nel capoluogo per assistere alla partita di Coppa Italia tra Inter e Genoa, è stato fermato al varco 9 dello stadio Meazza, un’ora prima della partita, poichè in evidente stato di ebbrezza. Le forze dell’ordine gli hanno impedito l’ingresso e lo hanno invitato a seguirli  in un vicino posto di polizia per effettuare un controllo, ma il tifoso ha dato in escandescenze, ha cercato di aggredire un agente ed entrambi sarebbero caduti a terra. Stando alle fonti della questura Massimo Moro avrebbe battuto la testa a terra riportando un trauma cranico.

Ma in ospedale i medici sostengono che il giovane genoano ha ingoiato il suo stesso vomito che è entrato nei polmoni mandandolo quasi in coma ed ora è intubato, ma non in pericolo di vita. Inoltre secondo il cognato, accorso qualche ora dopo in ospedale, il farmaco utilizzato per sedare Moro avrebbe causato una reazione allergica, mentre per gli amici sarebbe stato vittima di un pestaggio: “Era con noi e forse ha reagito male – hanno detto gli amici -. Gli agenti lo hanno portato via di peso, strattonato, ma nulla faceva pensare che la situazione degenerasse. Infatti noi siamo entrati comunque dentro lo stadio e abbiamo seguito tranquillamente la partita. In mattinata – hanno aggiunto – cercheremo di capire cosa è successo e magari chiameremo un avvocato. Soprattutto vogliamo sapere se ha lesioni interne”.

 

Redazione

 

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan