Palermo: gli studenti protestano con “i Forconi”e bruciano la bandiera italiana


PALERMO: PROTESTA FORCONI – Si accende in Sicilia la protesta degli autotrasportatori e del movimento dei “Forconi”, che sta paralizzando l’isola da lunedì scorso, con blocchi stradali e scorte in esaurimento di cibo e benzina. Oggi a Palermo si sono uniti alle proteste anche gli studenti, che insieme ai manifestanti hanno bloccato l’ingresso al porto della città. Circa un centinaio di ragazzi sono scesi in strada per sfilare in un corteo non autorizzato, durante il quale alcuni giovani hanno dato fuoco ad una bandiera italiana. Il brutto episodio è segno tangibile delle tensioni e del disagio in Sicilia. Il governatore della regione, Raffaele Lombardo, ha mostrato la sua disponibilità nei confronti dei manifestanti, promettendo di intervenire sulle materie di competenza regionale e di farsi portavoce presso il governo Monti delle richieste dei siciliani per le materie di competenza nazionale. Forse, mercoledì prossimo Lombardo incontrerà il presidente del Consiglio Mario Monti.

Oggi a mezzanotte terminerà lo sciopero degli autotrasportatori iniziato lunedì scorso, poiché scadono i cinque giorni consentiti dalla legge per gli scioperi degli autotrasportatori. Proseguirà invece a oltranza la protesta dei lavoratori aderenti ai movimenti “Forza d’urto” e “Movimento dei forconi”.

Redazione

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan