Lavoro: Landini lancia lo sciopero dei metalmeccaninci in difesa dell’art. 18

Maurizio Landini

LANDINI: SCIOPERO PER ART.18Maurizio Landini, leader della Fiom-Cgil, si lancia in difesa dell’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori (quello che prevede l’obbligo di reintegro per i lavoratori licenziati sena giusta causa), nei confronti del quale si sollevano da più parti proposte di riforma, e propone uno sciopero di otto ore dei metalmeccanici per il 9 marzo prossimo.

Oltre che in difesa dell’art. 18 lo stato di agitazione verrebbe indetto anche per protestare contro la Fiat e gli accordi separati con i lavoratori applicati dall’azienda che da tempo è uscita dal contratto collettivo nazionale dei metalmeccanici.

Nello stesso giorno dello sciopero Landini propone anche una manifestazione nazionale a Roma, al posto di quella già in programma il 18 febbraio e in cui si dovrebbe tenere un’assemblea di 1.500 delegati per preparare lo sciopero.

Il comitato centrale straordinario di Fiom ha accolto quindi la proposta di Landini, proclamando lo sciopero generale di 8 ore per il 9 marzo contro la riforma del mercato del lavoro, la modifica dell’art.18 e il contratto Fiat. E’ stata annullata la manifestazione di sabato prossimo e al suo posto si terrà un’assemblea nazionale dei delegati.

Redazione

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa