Marche: dopo le grandi nevicate ora è rischio valanghe

MARCHE, ALTO IL RISCHIO VALANGHE E SLAVINE – Da qualche giorno è tornato a splendere il sole anche nelle regioni italiane del centro-nord funestate da due settimane di pesante maltempo. Il sole sta mano a mano sciogliendo i cumuli di ghiaccio e neve presenti in molte città e le temperature si stanno gradualmente rialzando. Ma nelle Marche, una delle regioni più colpite dalle precipitazioni nevose, ora si teme per le frane.

Il territorio marchigiano è già in condizioni abituali soggetto a fenomeni franosi in quanto soggetto ad altissimo rischio idrogeologico, ma le forti nevicate e i repentini cambiamenti di temperature stanno aggravando la situazione.

Secondo quanto comunicato dal Bollettino Meteomont la possibilità di valanghe sarebbe alta soprattutto nelle aree montane delle Marche, dove il vento che sta soffiando forte in queste ore crea cumuli di neve e ghiaccio anche in posizioni pericolose e liminali. Alcuni ammassi potrebbero staccarsi e creare slavine.

Allerta sono la zona dell’Urbinate, con alcuni cumuli sospetti ravvisati in località Serra Sant’Abbondio, e quella dei monti Sibillini, nel maceratese, dove le pendici che sovrastano la cittadina di Sarnano stanno producendo valanghe che nella notte hanno colpito la strada provinciale 120 tra Sarnano. Sassotetto e Bolognola, messa in sicurezza già da ieri.

 

Redazione