Monti soddisfatto per l’accordo sulla Grecia, ora punta alla crescita

Mario Monti

MONTI SU GRECIA E CRESCITA – Il Presidente del Consiglio Mario Monti ha espresso soddisfazione per il raggiungimento dell’accordo, in seno all’Eurogruppo, sugli aiuti internazionali alla Grecia. “Siamo certamente meno vicini al baratro di quanto non fossimo tre mesi fa e questo è percepito dai mercati e dal mondo”, ha dichiarato Monti oggi in conferenza stampa a Bruxelles. “E’ un risultato importante, perché toglie i rischi immediati di contagio”, ha spiegato.

Monti ha quindi ricordato che questo incontro europeo (Eurogruppo di ieri ed Ecofin di oggi) si tiene “96 giorni dopo quando ci siamo visti qui a Bruxelles per la prima volta, a pochi giorni dall’avvio del governo e avevamo quattro obiettivi tutti urgenti: togliere l’Italia dal baratro della crisi finanziaria, ridurre a livello europeo le probabilità di contagio fra i paesi dell’Eurozona, aiutare la Grecia, principale fonte contagio, e indurre l’Europa a impegnarsi, ferma restando la disciplina bilancio, a ritrovare il cammino crescita”. Secondo il premier italiano sono stati fatti “significativi passi avanti su ciascuno di questi punti”.

Ora, l’obiettivo principale da perseguire è proprio quello della crescita e in proposito Monti, insieme ad altri undici leader europei (tranne Merkel e Sarkozy), ha inviato una lettera al Presidente della Commissione Europea José Barroso e al presidente del Consiglio Ue Herman Van Rompuy con cui si chiede all’Unione di adottare nuove misure e nuovi piani per favorire la crescita economica e ristabilire la fiducia nei mercati all’interno del Continente. La lettera, ha spiegato il premier italiano, “è destinata al Consiglio europeo” del prossimo 1-2 marzo, quello in cui verrà firmato il trattato sul nuovo Patto fiscale europeo (Fiscal compact). “Adesso sia in Europa che in Italia, senza perdere di vista nemmeno un momento la necessità di tenere al sicuro i conti, è il momento di concentrarsi sulla crescita“, ha ribadito Monti. Il presidente del Consiglio ha comunque voluto esprimere “gratitudine” a Germania e Francia per il sostegno, “fin dal primo momento”, all’Italia.

Redazione

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa