Silvio Berlusconi esalta Mario Monti e allontana la Lega Nord. Bossi: “E’ rottura totale”

 

SILVIO BERLUSCONI – Dopo il tanto annunciato ma mai firmato divorzio tra Lega Nord e Pdl, l’ex premier Silvio Berlusconi, dopo l’incontro di mercoledì con Mario Monti, pare abbia dato un ulteriore strappo all’alleanza e allontanato ancor più da sè il leader leghista Umberto Bossi. Il Cavaliere ha elogiato il Professore durante una cena con diversi parlamentari del pidiellini, esaltandone il suo spirito liberale e la capacità di mettere in opera quelle riforme che aveva in mente, riconfermando ancora una volta la fiducia cieca all’esecutivo tecnico fino al 2013, senza interruzioni nè ‘stacchi di spina’. Berlusconi non ha rilasciato dichiarazioni ufficiali in merito alla colazione di lavoro con Monti: “Ho detto a lui che non avrei fatto dichiarazioni“, ma negli ambienti del Pdl regna calma e fiducia, quasi sia stata assopita quella corrente interna da sempre ostile ai tecnici.

Ma la totale fiducia espressa nei suoi confronti manda su tutte le furie il capo del Carroccio Umberto Bossi, che in Transatlantico si limita ad affermare: “Se è così è rottura totale”, dopo aver criticato il Cavaliere per la fiducia sul Milleproroghe: “È tutta colpa di Berlusconi, passa perchè Berlusconi gli vota la fiducia”. Dulcis in fundo gira voce che l’ex premier sarebbe disponibile ad appoggiare la candidatura di Monti al Colle. Voci che avranno un certo peso nelle prossime elezioni amministrative dove la rottura con il Carroccio potrebbe costare cara al Pdl. Ma sarà davvero rottura? O cane che abbaia non morde?

 

Luigi Ciamburro

 

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan