Morte Lucio Dalla: il dolore dal mondo della musica. Morandi sconvolto

Lucio Dalla (Getty Images)

MORTE LUCIO DALLA – E’ un coro unanime di cordoglio e di commozione quello che sta correndo sul web, dai siti dei quotidiani ai social network. Tutta Italia, e non solo il mondo della musica, è rimasto profondamente scosso dall’improvvisa morte per infarto del cantautore bolognese Lucio Dalla. “Davvero non posso crederci”, è stato il commento sbigottito di Jovanotti su Twitter. “Oggi siamo tutti un po’ più soli”, ha detto Fiorella Mannoia anche lei via Twitter. “Non riesco a parlare, sono troppo distrutto dal dolore”, ha dichiarato il leader degli Stadio, Gaetano Curreri. “È stato il primo artista italiano che mi vide cantare in un ristorante di Bologna quando avevo 8 anni. Non posso dimenticare la sua carezza sui miei capelli e le sue belle parole di incoraggiamento”, ha scritto su Twitter Laura Pausini. “Ciao Lucio, per fortuna rimarrai con noi, con il tuo talento e con le tue idee buffe e innovative, ma soprattutto emozionanti”, è il saluto della Pausini.

“Ha dato tanto ed è stato uno dei tre, quattro grandi della canzone d’autore. Ho appena appreso la notizia, sono costernato”, è stato il primo commento del cantautore Roberto Vecchioni. “Abbiamo fatto manifestazioni insieme, ci siamo incontrati nelle stesse sale di registrazione e poi quante volte abbiamo parlato di musica ma anche di politica, di filosofia. L’infarto arriva così. Bisogna aggrapparsi alla vita”, ha concluso Vecchioni. “Lo conoscevo fin dagli esordi”, ha detto Renzo Arbore, “io facevo il dj e l’ho incoraggiato”. Lucio Dalla “era innanzitutto un musicista di grande valore – ha aggiunto Arbore -, istintivo e originale, sia al clarinetto che nelle sue composizioni. Aveva inventato un filone italiano come dimostrano alcune sue melodie e perfino napoletano con Caruso. È una gravissima perdita per la musica italiana“. “Succederà quello che è accaduto ad altri grandi come Gaber e De Andrè – ha concluso Renzo Arbore – le sue opere migliori verranno studiate e apprezzata perché è poesia e nuova letteratura“.

“Una notizia come un fulmine, un vuoto al quale non riesco a credere, il cuore si rifiuta di soffrire per l’impossibile”, sono le parole di Ornella Vanoni su Twitter. “Lucio no, proprio non me l’aspettavo!”, ha detto Eugenio Finardi, “l’avevo visto a Sanremo pochi giorni fa, sempre allegro, con quei suoi occhi da Elfo che sembravano guardarti dentro e sorridere di ciò che vedevano. Sembrava eterno”. Era “Lo stesso che clowneggiava con il clarinetto alla Palazzina Liberty di Milano, quando lo vidi per la prima volta mentre cantava ‘Com’è Profondo Il Mare’, 30 anni fa”, ha ricordato il cantautore. “Questa brutta sorpresa non dovevi farcela Lucio! Buon viaggio, salutami Caruso”, ha concluso.

“Sono sconvolto”, ha scritto Samuele Bersani su Facebook, appresa la notizia della scomparsa di Lucio Dalla. “Ho appena saputo di aver perso il mio grande Maestro, un Amico unico con cui potevo confrontarmi e imparare da oltre 20 anni. La sua poetica e la sua musica sono il vero motivo per cui da bambino ho scelto di voler fare il cantautore ed è grazie a Lucio se poi ho potuto sparare le mie prime cartucce. Al momento non ho altre parole”.

Ma tra i più scossi e addolorati per la morte di Dalla c’è l’amico Gianni Morandi: “Ci conoscevamo dal ’63 ed eravamo legati anche dal tifo per il Bologna oltre che dalla passione per la musica. Tanti anni di amicizia ci legano”, ha detto Morandi al Tg1. “Sentire che ci ha lasciato mi ha colpito, non riesco ancora a riprendermi. Mi manca l’amico. È stato uno dei più grandi, autore, cantante, musicista, jazzista, un uomo che parlava a tanta gente e sapeva comunicare“. “Lui è stato un artista unico, a me mancherà molto anche come grande amico”.

Non ce l’ha fatta invece a rilasciare dichiarazioni Francesco De Gregori, anche lui amico strettissimo di Lucio Dalla, oltre che collaboratore di vecchia data. E’ “un momento tristissimo non me la sento di parlare con nessuno”, ha fatto sapere attraverso il suo ufficio stampa De Gregori.

Redazione

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa