Il Corteo No Tav a Roma si fa violento: giornalisti aggrediti e tangenziale occupata

Corteo No Tav del 3 marzo a Roma (Getty Images)

CORTEO NO TAV ROMA – Brutte, bruttissime notizie dal corteo No Tav in corso a Roma. Quella che era sembrata una manifestazione pacifica e tranquilla, si è purtroppo trasformata nell’ennesimo episodio di violenza. Da RaiNews24 si apprende che la giornalista e l’operatore tv inviati sul posto per la telecronaca dell’evento sono stati insultati ed aggrediti da un gruppo di manifestanti, che hanno distrutto la loro telecamera e ferito ad un dito il cameraman. Stando al racconto concitato della giornalista, in diretta con lo studio dell’emittente, l’aggressione sarebbe stata motivata dal fatto che alcuni manifestanti che erano a volto scoperto e non volevano farsi riprendere.

Nella concitazione del momento, il corteo ha poi fatto improvvisamente marcia indietro e i manifestanti si sono spostati sulla tangenziale di Roma, in direzione Stazione Tiburtina, per occuparla. Sono stati lanciati alcuni petardi contro un deposito dell’Atac, l’azienda municipalizzata dei trasporti pubblici romani, e anche fumogeni e bombe carta.

Oltre alla troupe di RaiNews24 si segnala anche l’aggressione alla cronista di La7, Chiara Romano, a cui è stata tirata addosso acqua e colla.

Si tratta delle intemperanze che provengono dalle frange più estreme del movimento No Tav, con esplosioni di violenza che sembrano esulare dalle proteste contro la realizzazione della ferrovia ad alta velocità in Val di Susa.

Redazione

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa

loading...