Calcioscommesse: le accuse di Micolucci non trovano conferme, oggi interrogatorio per Marilungo

 

CALCIOSCOMMESSE – Ben presto l’inchiesta sul calcioscommesse, su cui sta indagando la procura di Bari, potrebbe alzare un polverone unico nel suo genere e che coinvolge non solo altre società e calciatori, anche della massima serie, ma persino alti dirigenti. Negli ultimi interrogatori gli inquirenti hanno chiesto agli indagati se fossero mai entrati in contatto con dirigenti di alcune squadre, senza mai specificare quali, ma finora sarebbero arrivate soltanto risposte negative. Resta il fatto che la magistratura barese ha nelle mani molti tabulati telefoni compromettenti e accertato intensissimi contatti alla vigilia delle partite.

Nella giornata di ieri sono stati ascoltati Maurinho Ernandes, allenatore del Sud Tirol di calcio femminile, e Alessandro Pederzoli. Il primo rientra nell’inchiesta solo marginalmente, per via di un’intercettazione ambientale in cui conversa con Nicola Santoni, il quale cita a sproposito Buffon, Gattuso e Cannavaro , oltre a nominare Cristiano Doni e l’Atalanta. Santoni assicura che Cristiano può stare nella società: “Tutti i casini che abbiamo fatto… perchè tanto alla fine di casini ne abbiamo fatti tanti, dentro ci sono anche loro, capito? Quindi è inutile che lo abbandonino perchè…”. Perchè non possono, conclude Ernandes. Ed è proprio questo che gli inquirenti hanno voluto chiarire, ma l’allenatore brasiliano ha lasciato gli uffici della procura senza rilasciare dichiarazioni. In silenzio è rimasto anche Pederzoli dell’Ascoli, chiamato in causa dal suo ex compagno Vittorio Micolucci che aveva sostenuto che Pederzoli fosse stato avvicinato da uno dell’organizzazione prima di Ascoli-Sassuolo ma che non avesse accettato la combine. Ma il diretto interessato ha smentito.

Oggi verranno ascoltati dalla Procura della Federcalcio quattro ex calciatori dell’Albinoleffe e Guido Marilungo dell’Atalanta per accertare quanto dichiarato da Carlo Gervasoni a Cremona. Poi giovedì si farà luce sull’incontro dell’1 maggio 2011 tra Siena e Novara terminato 2-2. Oltre a Vitiello (Siena) e Drascek (ex Novara), saranno ascoltati per quella partita anche il ds del Siena, Faggiano, il responsabile dell’area tecnica, Perinetti, Coppola (ex Siena), Terzi (Siena), Bertani e Gheller (ex Novara).

 

Redazione