Massimiliano Latorre e Salvatore Girone

 

 

INDIA CASO MARO’ –  La petroliera italiana Enrica Lexie, ancorata nel porto di Kochi da un mese, potrebbe lasciare finalmente il territorio indiano, come stabilito da un ministero del Kerala. Secondo quanto riportato dalla stampa indiana a bordo della nave sono state raccolte tutte le prove necessarie all’inchiesta a carico dei due marò Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, i quali dovranno restare in carcere per altre due settimane, come richiesto dalla prassi quando le indagini sono ancora in corso. Ma la vera prova della verità sarà data dalla perizia balistica sulle armi dei fucilieri della San Marco.

Intanto il legale dei due marò, Sunil Maheshwar, ha sollevato alcune perplessità procedurali, in quanto durante la prima settimana di indagini “non tutte le procedure seguite sono state conformi agli standard internazionali necessari per questi test”. Ma il sottosegretario agli Esteri, Staffan De Mistura, invita alla prudenza: “Ci aspettiamo che le indagini finiscano presto in modo da definire un capo di imputazione. Solo allora si potrebbero aprire diversi scenari di intervento, tra cui anche quello della richiesta della libertà su cauzione”.

 

Redazione

 

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan