Cile, sisma di 7,2 gradi della scala Richter vicino Santiago: scongiurato il rischio tsunami

CILE: TERREMOTO VICINO SANTIAGO – Un forte terremoto è stato registrato poche ore fa in Cile. Nella zona centrale del Paese, l’area che comprende anche la capitale Santiago, un scossa pari a 7,2 gradi della scala Richter e 5,8 gradi della scala Mercalli, ha diffuso la paura in buona parte del Cile. La città più vicina all’epicentro, il quale peraltro è stato rintracciato a 10 km di profondità rispetto alla superficie, è Tasca, una località che dista soltanto 240 km da Santiago.

Nonostante l’entità del terremoto, non ci sono stati danni particolari e, per fortuna, non si sono avute vittime legate a crolli di qualsiasi tipo. Qualche disagio si è registrato nella stessa cittadina di Tasca, dove attualmente alcuni problemi interessano le comunicazioni e l’approvvigionamento energetico.

Le autorità della Protezione Civile di Santiago hanno scongiurato il rischio tsunami, evento che si temeva data la potenza del sisma e la vicinanza al mare. L’evacuazione da tutte le località della costa del Maule, la regione che comprende l’area colpita, è stata però disposta dalle forze dell’ordine, le quali stanno mettendo in campo alcune misure preventive.

Questa parte del Cile è abituata ad episodi sismici ed è stata colpita da un altro grande terremoto nel 2010. La strategia dell’allerta preventiva e il diffuso timore degli abitanti che, nonostante il pericolo rientrato, hanno evitato in molti casi di rientrare nelle proprie abitazioni, è imputabile all’esperienza che, con episodi catastrofici negativi, i cileni hanno accumulato.

 

Redazione online

loading...