Calcioscommesse: procura di Bari ordina una ventina di arresti, anche un calciatore di serie A

 

CALCIOSCOMMESSE – La notizia era nell’aria da qualche giorno ed ora è divenuta concreta. La procura della Repubblica di Bari ha emesso una ventina di provvedimenti restrittivi nell’ambito dell’inchiesta sul calcio scommesse e gli uomini dell’Arma stanno eseguendo gli arresti, tra i quali uno nei confronti di un calciatore di serie A, di cui ancora non si conosce il nome, oltre a nove ex giocatori del Bari, coinvolti nella manipolazione di alcune partite dello scorso campionato, tra cui il derby Bari-Lecce 0-2, vittoria che permise ai giallorossi di non retrocedere in serie B. Ai nuovi indagati è contestata l’associazione per delinquere finalizzata alla frode sportiva.

 

Tra gli ex calciatori biancorossi, oltre ad Andrea Masiello, ci sono Daniele Portanova (difensore del Bologna), Alessandro Parisi (difensore del Torino), Simone Bentivoglio, Marco Rossi, Abdelkader Ghezzal, Marco Esposito, Antonio Bellavista e Nicola Belmonte. Nel registro degli indagati ci sono anche i nomi del factotum barese Angelo Iacovelli, tre ristoratori – Nico De Tullio, Onofrio De Benedictis e Francesco De Napoli – ritenuti complici dei calciatori, scommettitori e loro amici: Arianna Pinto, Giovanni Carella, Fabio Giacobbe, lo ‘zingarò Victor Kondic, Leonardo Picci e l’albanese Armand Caca.

 

Redazione