6 aprile 1992: venti anni fa l’assedio di Sarajevo

Sarajevo: il monumento con i nomi dei bambini morti durante l'assedio della città, nella guerra di Bosnia del 1992-1995 (Getty Images)

VENTI ANNI ASSEDIO SARAJEVO – Ricorre oggi il ventennale dell’inizio dell’assedio della città di Sarajevo, la capitale della Bosnia Erzegovina che dal 1992 al 1995 fu sconvolta da una guerra che provocò più di 100.000 morti, di cui oltre 11.000 nella sola Sarajevo. Il 6 aprile del 1992, in una Jugoslavia già travolta dalle divisioni e dai conflitti, la Comunità europea e gli Stati Uniti riconobbero l’indipendenza della Bosnia Erzegovina e quello stesso giorno ebbe inizio formalmente l’assedio di Sarajevo da parte dell’esercito federale jugoslavo, a maggioranza serba; sebbene l’esercito fosse dispiegato già da due mesi sulle colline intorno alla città. Fu l’assedio più lungo della storia moderna, la cui fine fu dichiarata ufficialmente dal parlamento bosniaco solo il 29 febbraio del 1996; mentre la guerra terminò il 21 novembre del 1995 con l’accordo di Dayton.

Gli assedianti scatenarono la loro potenza di fuoco contro la città bosniaca, bombardando scuole, ospedali e mercati. I cecchini serbi sparavano anche ai bambini di pochi anni e colpivano i civili mentre tentavano di procurarsi i mezzi di sussistenza primaria in una città dove scarseggiavano acqua, cibo, luce e gas. Le Nazioni Unite organizzarono un ponte aereo per portare gli aiuti umanitari.

A distanza di venti anni sono ancora aperte le ferite a Sarajevo e nella Bosnia Erzegovina, di cui non si può dimenticare il genocidio di Srebrenica, dove nel luglio del 1995 furono sterminati più di 8.000 musulmani di sesso maschile, tra uomini e ragazzi. Una regione che fa ancora fatica a rimettersi in piedi.

Le cerimonie e commemorazioni di oggi a Sarajevo prevedono anche un concerto davanti a 11.541 sedie vuote, il numero esatto degli abitanti della città che morirono durante l’assedio.

Valeria Bellagamba

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan