Francia: Sarkozy e Hollande a confronto a una settimana dalle presidenziali

cittadini a place de la Concorde (getty images)

FRANCIA: SARKOZY E HOLLANDE AI RISPETTIVI COMIZI – Si è svolto ieri, esattamente ad una settimana dall’apertura delle votazioni con le quali sarà designato il nuovo presidente della Repubblica francese, un duplice comizio dei due principali candidati alla presidenza: l’attuale primo ministro Nicolas Sarkozy e l’esponente del partito socialista Francois Hollande. Durante i discorsi i pretendenti hanno esposto le proprie proposte ed hanno tentato il tutto per tutto al fine di accaparrarsi quanti più consensi possibile tra la cittadinanza.

Nicolas Sarkozy, tenendo il suo comizio dalla centralissima place de la Concorde, ha parlato soprattutto di crisi economica e finanziaria, dato che questo è il problema principale che in Francia, come nel resto d’Europa, sta interessando le persone. Questioni riguardanti la gestione della Bce (Banca Centrale Europea) e flagello del debito sono stati i due argomenti sui quali Sarkozy ha voluto esprimersi con più incisività.

Riguardo alla Bce il presidente uscente ha assicurato a chi lo stava ascoltando che, se sarà rieletto, tenterà di agire in sede europea per riformare il ruolo della Bce e farne un organo finanziario che si preoccupi di favorire la crescita degli stati affiliati all’eurozona. “”Se la Banca centrale non sostiene la crescita non avremo abbastanza crescita”.

Per fronteggiare le restrittezze economiche che anche le famiglie francesi stanno vivendo in questo periodo, Sarkozy ha lanciato una proposta: quella di estendere una legge attualmente in vigore solo nella regione dell’Alsazia sul cosiddetto “fallimento civile” a tutto il Paese. Con questo provvedimento sarà possibile per le famiglie indebitate risollevarsi dalla propria condizione annullando le pendenze economiche esistenti.

Da Vincennes, Francois Hollande, forte dell’esito degli ultimi sondaggi che lo danno in testa sull’avversario, ha esordito con entusiasmo dichiarando: “Sono pronto a vincere”. Nel corso del comizio ha affrontato tutti gli argomenti caldi di attualità ed ha enunciato le sue proposte: tassazione dei redditi che superano 1 milione di euro, lotta allo strapotere della finanza, possibilità di matrimonio e di affidamento dei minori alle coppie omosessuali e innalzamento del numero di posti nel settore pubblico.

 

Redazione online