Fiat: a Melfi gli operai votano simbolicamente per la Fiom

A MELFI VOTO SIMBOLICO FIOM – Si è concluso oggi l’evento promosso dalla Fiom dello stabilimento Fiat di Melfi con la quale si proponeva la simulazione di un’elezione delle Rsa, gli organi di tutela sindacale presenti all’interno delle fabbriche. Partita tre giorni fa, l’iniziativa si è svolta parallelamente alle votazioni effettive per le Rsa organizzate con la partecipazione delle sigle sindacali riconosciute dall’impresa ed ha permesso agli operai di esprimere, seppur simbolicamente, la propria preferenza per la Fiom, organizzazione esclusa da ogni pratica aziendale perché non firmataria del contratto collettivo

Positivi sono i dati che emergono dai resoconti: moltissimi tra gli operai di Melfi hanno partecipato all’iniziativa, esprimendo così il proprio supporto nei confronti del sindacato eliminato dai meccanismi della contrattazione sindacale a causa dei provvedimenti presi dal direttivo Marchionne.

Secondo le stime della stessa Fiom sarebbero ben 1.564 i lavoratori che hanno preso parte alla votazione, svoltasi fuori dalla fabbrica in un gazebo appositamente preparato.

Emanuele De Nicola, segretario della Fiom regionale, ha commentato: “È stato un voto simbolico che si è svolto sotto la pioggia e nei dieci minuti del cambio turno, ma siamo molto soddisfatti per la partecipazione e per i numeri ottenuti, superiori anche agli iscritti della Fiom in ogni stabilimento. Per questo siamo convinti che l’adesione sia venuta anche dagli operai che aderiscono ad altre sigle, per protestare contro quello che consideriamo un buco della democrazia e delle relazioni sindacali”.

 

Redazione online