Milano: Berlusconi in tribunale per il processo Ruby

Silvio Berlusconi (Getty Images)

PROCESSO RUBY – l?ex Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, è arrivato oggi al Tribunale di Milano per presenziare all’udienza del processo Ruby, in cui è accusato di concussione e prostituzione minorile.

I fatti risalgono al 2010, quando nella notte tra il 27 e il 28 maggio la minorenne Kharima el Marhoug, nota anche come Ruby Rubacuori, venne condotta in questura a Milano con l’accusa di furto. L’allora Presidente del Consiglio telefonò in questura per chiedere il rilascio della ragazza e il suo affidamento alla consigliera regionale della Lombardia, Nicole Minetti, sostenendo che Ruby fosse la nipote del presidente egiziano Hosni Mubarak. La ragazza aveva partecipato alle famose “cene di Arcore”, nella villa San Martino di Silvio Berlusconi, insieme a diverse altre giovani e starlette delle tv di Berlusconi. Secondo i magistrati, in queste feste private le partecipanti si prostituivano in cambio di denaro, regali e favori professionali. Berlusconi ha sempre respinto con decisione ogni accusa, affermando che si era trattato di semplici cene eleganti, durante le quali si sarebbe limitato ad intrattenere le sue ospiti con racconti divertenti e barzellette. L’ex premier ha poi giustificato i soldi e i regali in preziosi corrisposti alle ragazze, come semplici omaggi per la loro partecipazione alle cene e, per quanto riguarda il denaro, come la concessione di aiuti economici a persone bisognose.

All’udienza di oggi testimonierà anche l’agente di polizia che parlò al telefono con Berlusconi la notte in cui Ruby venne condotta in questura.

Valeria Bellagamba

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan