Blitz anti-camorra: 44 arresti nel clan Belforte, le donne gestivano gli affari per i mariti ergastolani

 

CASERTA – Stamane alle prime luci dell’alba la Dda di Napoli ha messo a segno un blitz anticamorra contro il clan Belforte operante a Marcianise, nel casertano, eseguendo 44 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettanti esponenti criminali e sequestrando beni per un valore di oltre 10 milioni di euro. Le indagini e il blitz sono stati portati a termine da Polizia, Carabinieri e Fiamme Gialle e sono scaturiti dal sequestro della contabilità e degli elenchi di imprenditori estorti e affiliati. Un clan talmente forte e temibile che persino il clan dei Casalesi, negli anni Novanta, aveva deciso di sancire un patto di non belligeranza per dividersi le attività estorsive locali.

Negli ultimi anni nell’organizzazione camorristica avevano un ruolo sempre più predominante le mogli dei capi-clan, ormai reclusi in regime di 41 bis da molto tempo. Erano le donne ad aver preso in mano le redini del potere e a consentire il proseguimento delle attività illecite.

 

Redazione