Hollande già a lavoro con i suoi consiglieri

Francois Hollande (getty images)

HOLLANDE A RIUNIONE CON I COLLABORATORI – Francois Hollande, eletto ieri nuovo presidente della Francia, si sta già riunendo con i suoi collaboratori per stabilire le linee su cui basare il suo operato futuro e ragionare sulla composizione del team che dovrà costituirsi come nuovo nucleo governativo. Tra i colleghi ed aiutanti più fidati di Hollande ci sono Pierre Moscovivi e Manuel Valls, membri del partito socialista che stanno esercitando la funzione dei consiglieri con il nuovo premier.

“Faremo il punto, guarderemo i risultati e prepariamo il futuro”, ha fatto sapere alla stampa Moscovici, mentre Valls ha specificato che, nonostante l’appoggio “sta al presidente fissare i punti principali”: Il primo, ex ministro degli affari europei all’interno del governo socialista di Lionel Jospin in carica tra il 1997 e il 2002, ha fatto alcune precisazioni. Innanzitutto il partito non ha intenzione di velocizzare il passaggio di potere da Sarkozy a Hollande e, come previsto,l’insediamento del premier in pectore avverrà tra l’11 e il 15 maggio.

Inoltre Moscovici ha riferito che Hollande e i collaboratori nel corso di questi giorni “lavoreranno alla costruzione di una squadra, sulle questioni in agenda e sulla preparazione dei viaggi internazionali: sarà una settimana estremamente fitta”.

 Con tutta probabilità il primo tra gli spostamenti che il premier dovrà compiere è quello verso la Germania, dove Angela Merkel attende di conoscere il sostituto di Sarkozy e il suo nuovo ipotetico braccio destro tra gli stati potenti dell’Unione Europea.

 

Redazione online