Islanda: prevale l’incertezza nella corsa alla poltrona di Presidente della Repubblica

Ólafur Ragnar Grímsson

POLITICA IN ISLANDA – Un sondaggio piazza avanti Ólafur Ragnar Grímsson, un altro ci mette Þóra Arnórsdóttir: a un mese o poco più dalle elezioni presidenziali islandesi, quel che emerge con più chiarezza è che questa corsa elettorale sarà probabilmente incerta ed entusiasmante fino all’ultimo. Il quotidiano Fréttablaðið ha condotto insieme a Stöð 2 un’indagine demoscopica intervistando un migliaio di persone: il 54% di loro ha risposto di essere orientato a votare per il presidente in carica, Ólafur Ragnar Grímsson, che in caso di vittoria otterrebbe il suo quinto mandato consecutivo.

L’avversaria più pericolosa per lui si chiama Þóra Arnórsdóttir, giornalista piuttosto nota sull’isola che secondo il Fréttablaðið avrebbe circa il 35% dei consensi. Sembrerebbero numeri più che sufficienti a rassicurare il presidente Grímsson, ma il fatto è che quello del Fréttablaðið è l’ennesimo sondaggio che propone risultati singolari. Un’indagine demoscopica condotta giusto pochi giorni fa aveva sostenuto infatti l’esatto contrario: 49% perla Arnórsdóttir, 35% per Grímsson. Va comunque detto che la campagna elettorale del presidente in carica è cominciata solo da poco, mentrela Arnórsdóttirè stata per temporaneamente lontano dai riflettori avendo partorito una bambina.

L’unica cosa su cui tutti sembrano d’accordo è che la percentuale degli indecisi sta fisiologicamente scendendo con l’avvicinarsi della data del voto, previsto per il 30 giugno. Come scrive il quotidiano Reykjavík Grapevine, queste elezioni presidenziali potrebbero essere tra le più accese nella storia politica dell’Islanda.

 

Antonio Scafati