Martin Schultz: “Contro la crisi serve un balzo federalista”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:32
Martin Schultz (getty Images)

SCHULTZ E LA MEDICINA CONTRO LA CRISI – Martin Schultz, presidente del Parlamento europeo, sul Sole 24, ha evidenziato il suo punto di vista per la risoluzione della crisi economica nel vecchio continente: “Il progetto europeo è sotto minaccia come mai prima d’ora. L’Europa non è stata fatta in un giorno, ma potrebbe scomparire in breve. Davanti a questo scenario ci sono due alternative: Un balzo in avanti in senso federalistico o la disintegrazione, la prosperità tutti insieme o la povertà ognuno per sè».

Schultz vorrebbe un’ unione politica, di bilancio e bancaria, indispensabili per un’autentica unione economica: “L’unione politica è la più ambiziosa di queste tre unioni e deve riguardare tutti gli Stati, un’unione di bilancio non dev’essere sinonimo di unione dell’austerity: il fiscal compact non basta.L’unione bancaria è la più pressante fra queste tre unioni e al vertice non si potrà lasciare alcun dettaglio in sospeso.”

Michele D’Agostino