Idv, Antonio Di Pietro: “Monti e Fornero hanno incrementato la disoccupazione giovanile”

Antonio Di Pietro (Getty Images)

 

 

IDV – Ancora una volta il leader di Idv, Antonio Di Pietro, si contrappone senza se e senza ma ai nuovi provvedimenti dettati dal Governo Monti sui tagli alla spesa pubblica, che vede coinvolti i settori della giustizia, della sanità, dei lavoratori statali. La ricetta dell’ex pm è diversa da quella ‘sfornata’ a Palazzo Chigi: “Bene una correzione della spesa pubblica. Ma ‘no’ alla riduzione della spesa sociale e ai tagli alla sanita’. Si riducano, invece, le spese militari e si combatta con più fermezza l’evasione fiscale”. Il leader Idv Antonio Di Pietro commenta cosi’ l’operato del governo sul fronte ‘spending review’.

Ma Di Pietro passa all’attacco anche sul tema lavoro, dove nulla è stato fatto, anzi. “I dati Istat sulla disoccupazione diffusi oggi, tutto sono tranne che sorprendenti – afferma il segretario di Idv -. Confermano quello che noi abbiamo sempre denunciato. A chiacchiere questo governo dice di voler fare una politica per i giovani, ma è solo una scusa per bastonare gli altri lavoratori e i pensionati. Nei fatti è il peggior nemico dei giovani che ci sia”. A maggio il 36,2% dei giovani era disoccupato, un indice mai raggiunto negli ultimi decenni. “Nelle leggi del ministro Fornero – aggiunge l’ex pm – non c’è una sola norma che serva a incentivare l’occupazione giovanile, né per via diretta, con qualche forma di incentivazione all’assunzione di ragazze e ragazzi, né per via indiretta, con un sostegno alla sviluppo che porterebbe alla creazione di posti di lavoro”.

Inoltre con il blocco dei pensionamenti è stato impedito il ricambio generazionale e per 800 mila giovani il mondo del lavoro resterà un lontano miraggio. “In otto mesi di leggi fatte passare una dopo l’altra a colpi di voti di fiducia, il governo non è riuscito a fare assolutamente niente per dare una spinta allo sviluppo e aiutare la crescita. Invece di studiare agevolazioni e togliere tasse a chi assume giovani – conclude Di Pietro -, Monti si è occupato solo di cancellare l’art. 18”.

 

 

Redazione

 

Con Direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan