Angela Merkel non è sicura della tenuta dell’euro, ma è ottimista

La cancelliera tedesca Angela Merkel (Getty Images)

ANGELA MERKEL EURO – Dichiarazioni che pesano, quelle di Angela Merkel, pubblicate oggi sul sito web della Cdu, il suo partito, e di cui, forse, sono discutibili l’opportunità e il momento scelti. In merito alla tenuta dell’euro, Angela Merkel ha affermato: “Il progetto europeo non è ancora costruito in maniera tale da assicurare che tutto andrà bene. Dobbiamo lavorarci ancora. Tuttavia sono ottimista“.

Merkel si dichiara “ottimista”, ma rischia di scatenare il panico la sua dichiarazione di dubbio sulla sopravvivenza della moneta unica europea, il cui fallimento potrebbe avere conseguenze per ora inimmaginabili e che potrebbero trascinare nel baratro un intero continente.

Nel frattempo, è stata rinviata al 12 settembre la decisione della Corte Costituzionale tedesca sulla legittimità della ratifica, il 29 giugno scorso, da parte del Parlamento tedesco del Trattato istitutivo del fondo salva Stati permanente ESM (European Stability Mechanism – Meccanismo europeo di stabilità), che sarebbe dovuto entrare in vigore nell’Eurozona questo mese di luglio. Il presidente tedesco Joachim Gauck non ha potuto firmare la legge di ratifica a causa del ricorso presentato alla Corte Costituzionale contro l’Esm dalla Linke, partito di estrema sinistra, cui si sono aggiunti altri parlamentari (anche dello stesso partito della Merkel), alcuni professori universitari e perfino cittadini comuni. Tutti lamentano una sottrazione di sovranità al Bundestag in materia fiscale.

Se il 12 settembre la Corte di Karlsruhe dovesse accogliere i ricorsi contro il Meccanismo europeo di stabilità, il fondo “Esm nella sua forma attuale sarà finito“, ha avvertito Joerg Asmussen, componente tedesco del comitato esecutivo della Banca centrale europea.

C’è da augurarsi che l’ottimismo di Angela Merkel sia ben riposto.

Valeria Bellagamba

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan