A 15 anni gioca a fare “l’impiccato” davanti alla sorella di 12: ora è in prognosi riservata

Giocava a fare l’impiccato: è gravissimo. Un quindicenne giocava ad impiccarsi davanti alla sorellina di 12 anni ma qualcosa è andato storto: adesso il ragazzino è in prognosi riservata all’ospedale di Careggi a Firenze.
I due ragazzini erano soli in casa. Non era la prima volta che il giovanissimo giocava «a fare il morto». Ha agganciato la cintura alla finestra, poi si è lasciato andare. La cintura ha stretto al collo e da quel momento sono stati lunghi minuti di terrore.

L’adolescente non riusciva a liberarsi e la sorella ha tentato in tutti i modi di aiutarlo. Poi non riuscendoci ha chiamato il vicino di casa. Immediato l’allarme al 118, che arrivato nell’abitazione di Peretola ha praticato il massaggio cardiaco al giovane. Che all’arrivo all’ospedale sembra respirasse spontaneamente. I carabinieri hanno ricostruito l’accaduto. Pur visibilmente choccata, la 12enne, ha spiegato che il fratello giocando con lei, voleva spesso impressionarla: altre volte ci sarebbero stati “giochi estremì, ma senza conseguenze. L’Arma ha inviato una segnalazione al Tribunale dei Minori.

Fonte: www.leggo.it