Bashar al Assad nomina il nuovo premier dopo la defezione di Hijab

Il Presidente siriano Bashar al Assad (Getty Images)

SIRIA: AL ASSAD NOMINA NUOVO PREMIER – Non si arrende Bashar al-Assad, nonostante le sempre più numerose defezioni attuate dai membri del suo governo e della cerchia militare. Al fine di preservare un’apparenza di stabilità e di forza Assad ha voluto, mentre è in corso una sanguinosissima guerra civile, nominare il nuovo primo ministro siriano, dato che quello vecchio Riyad Farid Hijab, si è dimesso per fuggire alla volta della Giordania qualche giorno fa. Wael Nader al-Halqi è il nome del nuovo premier.

A dare la notizia è stata l’agenzia di stampa controllata dal regime, SANA, la quale non fa alcun tipo di riferimento alla defezione di Hijab e semplicemente rende noto in nome del nuovo capo del governo.

Al-Halqui è un quarantottenne appartenente alla confessione sunnita, già impegnato all’interno dell’esecutivo siriano come ministro della Salute. La sua città di origine è la meridionale Dara’a, stessa località in cui cominciarono le proteste antidittatoriali nel 2011.

Intanto sembra che la battaglia nei pressi di Aleppo si sia intensificata nelle ultime ore, con tentativi di sferrare attacchi decisivi e un numero di decessi che fa sempre più impressione.  Secondo quanto riferito da un membro dell’Esercito Siriano di Liberazione, le brigate ribelli avrebbero fatto saltare e sorpassato il cancello di ferro che segna l’entrata nella città vecchia di Aleppo, dove sono situati alcuni uffici governativi.

Aleppo non è la capitale della Siria, ma è la sua città più estesa e, senza dubbio, il suo cuore commerciale. Per questo motivo la presa del posto assume un valore fondamentale e la battaglia al momento è particolarmente cruenta.

 

Redazione online