Fini querela Libero: “Non ho mai sfruttato la mia posizione”

Gianfranco Fini (Getty Images)

FINI QUERELA LIBERO Gianfranco Fini non ci sta e pretende rispetto dal quotidiano Libero che lo accusato di sfruttare la sua posizione di Presidente della Camera per poter usufruire dei benefici: “Le modalità per garantire la sicurezza della mia persona in ragione della carica istituzionale ricoperta sono decise autonomamente dai competenti organismi del ministero degli Interni, anche in base a norme di legge. Dal giorno in cui sono stato eletto presidente della Camera ad oggi non ho mai chiesto, nè tanto meno ho mai usufruito di servizi diversi, e men che meno privilegiati e di favore, rispetto a quelli decisi in base alle loro valutazioni dagli uffici della Polizia di Stato a ciò preposti. Esattamente come accade per tutte le cariche istituzionali e politiche per cui si ritengono necessarie misure di tutela e di sicurezza. Ho preventivamente informato di questa nota il ministro degli Interni, dottoressa Cancellieri, che ringrazio per la sensibilità dimostrata, e ho dato mandato, a tutela della mia onorabilità, di adire le vie legali nei confronti di Libero.”

Continua dunque la battaglia tra il leader di Fli e i quotidiani di prprietà della famiglia di Berlusconi. Dopo lo scobtro con Feltri ora è la volta di Belpietro.

Redazione online