Idv, Antonio Di Pietro: “Mario Monti somiglia sempre più a Berlusconi”

Antonio Di Pietro (Getty Images)

 

 

IDV – Antonio Di Pietro torna ad attaccare il premier Mario Monti e l’intero Esecutivo tecnico che, a suo dire, sembra prendere sempre più le sembianze del precedente Governo Berlusconi. “Trova ogni giorno un colpevole nuovo per i suoi insuccessi, millanta risultati eccezionali dei quali solo lui si accorge e ora – ha dichiarato il leader di Italia dei Valori -, proprio come faceva Berlusconi, si è anche messo a negare l’evidenza”.

Infatti il Professore, durante il Meeting di Rimini, ha annunciato che la fine della crisi è sempre più vicina e che una luce comincia a intravedersi al termine del tunnel, ma in verità “i cittadini italiani vedono il baratro – ha proseguito l’ex pm – e i dati reali danno ragione a loro, non alle illusioni di Monti. Siamo in recessione e non si intravede un’inversione di tendenza. Negli ultimi anni la produzione in Italia è calata del 3%. Nello stesso periodo quella della Germania, nonostante la crisi abbia morso lì più che da noi, è cresciuta di oltre il 6%”.

Crollano i consumi esterni e le esportazioni, cresce il tasso di disoccupazione (e a settembre sono previsti nuovi e numerosi licenziamenti in seguito a fallimenti), molte aziende sono costrette a chiudere i battenti, le banche non concedono più prestiti “se non con interessi da strozzo”. “Ma la verità è che in Italia noi dobbiamo fronteggiare due crisi – ha sottolineato Di Pietro -: quella internazionale e quella specifica italiana. Senza risolvere la seconda, la ripresa resterà nelle favole di Monti. Finora sulle specifiche difficoltà italiane l’esecutivo ha fatto solo grossi danni. Così, alla resa dei conti, la sola risorsa alla quale il sobrio Monti può affidarsi è quella tipica del guitto Berlusconi: spararle grosse”.

 

Redazione

 

Con Direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan