Crisi Eurozona, Antonis Samaras: “La Grecia ha bisogno di tempo per respirare”. Angela Merkel: “Buon inizio”

Antonis Samaras e Angela Merkel (Getty Images)

 

 

CRISI EUROZONA – Oggi il presidente francese Francois Hollande riceverà a Parigi il premier greco Antonis Samaras, dopo che questi ieri ha fatto visita alla cancelliera Angela Merkel. Atene rispetterà gli impegni presi con l’Ue, ma chiede tempo per respirare: Berlino risponde che la Grecia deve restare parte dell’euro, ma il rispetto degli impegni da parte greca è condizione necessaria per il recupero della fiducia.

Ogni decisione si conferma insomma rimandata, forse anche per venire incontro a Barack Obama, che secondo indiscrezioni emerse da fonti del governo britannico e riferite dall’Indipendent, starebbe facendo pressing sui governi europei per tenere Atene nella moneta unica almeno fino alle elezioni in Usa del 6 novembre. Per non mettere a rischio la sua vittoria. Ma il presidente greco ha dimostrato nelle parole e nei gesti di avere davvero a cuore la sorte del suo popolo, ad esempio scegliendo di non pernottare nel lussuosissimo Hotel Adlon, che ospita i leader di tutto il mondo, per dimostrare che i risparmi riguardano tutti i greci.

“Il popolo greco è un popolo orgoglioso – ha esordito -. Non gli piace dipendere dai soldi prestati dagli altri. Vogliamo camminare sulle nostre gambe”. “Manterremo i nostri impegni. E il rapporto della Troika segnalerà che il governo è in grado di dare risultati. Ma abbiamo bisogno di tempo per respirare”. Poi, quel secondo passaggio, con tono più risentito: “Ma come possiamo contare sul fatto che gli investitori tornino in Grecia, se ogni giorno politici di alto rango, di qualsiasi Paese essi siano, parlano del ritorno alla dracma?”.

 

Nella conferenza stampa seguita al vertice, Angela Mekel non si sbilancia: “L’incontro è stato un buon inizio ma tanto resta ancora da fare… Dobbiamo lavorare perché alla fine le realtà dei cittadini in Grecia e Germania siano uguali: non ci siamo ancora riusciti ma speriamo sia l’inizio”.

 

Redazione

 

Con Direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan