Crisi Eurozona: la Bce si riunisce all’Eurotower, Angela Merkel mette i paletti

Angela Merkel (Getty Images)

 

 

CRISI EUROZONA – Stamane si riunisce il consiglio direttivo della Banca centrale europea alla Eurotower di Francoforte e in molti si aspettano che il presidente Mario Draghi ottenga un sì del board dell’istituto a un piano di acquisti di titoli sovrani dei paesi dell’eurozona in crisi, per frenare lo spread e salvare la moneta unica. Un piano contro cui si oppone fermamente la cancelliera Angela Merkel, che si è sempre detta contraria a un piano d’acquisti con liquidità illimitata, ma che troverebbe il parere favorevole di Mario Monti e Francois Hollande.

La numero uno del governo di Berlino, viene fatto filtrare dal suo entourage tramite Bloomberg, “può accettare” un piano di acquisti di titoli di Stato “temporaneo” da parte della Bce “ma non acquisti illimitati”. La Germania – ha aggiunto la Merkel – si aspetta che Atene rispetti i propri impegni. E la Grecia attende che Berlino riceva il rapporto della troika di Ue, Bce e Fmi. Durante una riunione a porte chiuse della presidenza del gruppo parlamentare della Cdu, la Merkel avrebbe fatto trapelare l’esigenza che Atene s’impegni a rispettare i patti messi nero su bianco con la Trojka. Poi ha aggiunto che “in Europa ci sono stati forse più cambiamenti negli ultimi due anni e mezzo che non negli ultimi dieci o vent’anni”.