Turchia: operazione dell’aviazione contro i curdi del Pkk

Kurdistan

TURCHIA: OPERAZIONE CONTRO I CURDI – Un’operazione militare di grandi dimensioni è stata messa in piedi ieri dalle autorità turche per colpire una zona sud orientale del Paese in cui è insediata la comunità curda. L’attacco, al quale hanno partecipato circa 2000 membri dell’esercito turco supportati da un ingente numero di aerei militari che hanno assaltato la regione curda in risposta all’uccisione di dieci membri dei servizi segreti di Ankara effettuati dal partito dei lavoratori del Kurdistan, il PKK.

La zona colpita dall’operazione turca è quella della montagna di Kato, situata nella provincia orientale di Sirnak, dove l’aviazione nazionale, dotata di elicotteri Cobra e di circa dieci aerei da guerra F-16, ha assaltato con l’intenzione di colpire le località in cui si trovano asserragliati i militanti curdi del PKK, partito riconosciuto come terrorista dalle autorità di Ankara.

Il conflitto tra curdi e autorità turche si è intensificato negli ultimi mesi e alcuni analisti imputano l’aggravarsi della situazione all’esplosione delle violenze nella vicina Siria. Da quando i sostenitori dell’indipendenza per i curdi, popolo discriminato e ghettizzato in Turchia, hanno aperto la battaglia contro il governo nazionale che non riconosce diritti alla comunità, da circa 28 anni, i decessi registrati in entrambe le fazioni ammontano a 40.000.

 

Redazione online