Antonio Di Pietro rilancia la foto di Vasto. Bersani chiude le porte, Vendola cerca la mediazione

Pier Luigi Bersani e Antonio Di Pietro (Getty Images)

 

 

IDV – A Vasto, in provincia di Chieti, quest’anno sono andati soltanto Antonio di Pietro e Nichi Vendola, per rinnovare l’impegno preso lo scorso anno circa una nuova e costruttiva alleanza per rilanciare il centrosinistra, formato principalmente da Pd, Idv e Sel. L’ex pm ha provato a rilanciare quel patto politico dicendosi pronto a fare “un passo indietro”, ma Pier Luigi Bersani ha chiuso le porte: “Di passi indietro ne ho visti troppi, nell’ultimo anno fin troppi, quasi non si è più fatto vedere all’orizzonte”. E la replica di Antonio Di Pietro non si è fatta attendere, dimostrando di credere ancora nella foto di Vasto: “Bersani stia tranquillo, non si tratta di un passo indietro, ma di tre passi avanti”.

Fra i due ‘litiganti’ è intervenuto un improvvisato ago della bilancia, Nichi Vendola, che ha ormai conquistato la fiducia del Pd, pur tentando disperatamente di riunire il triumvirato di centrosinistra: “Una coalizione c’è se si capovolge l’agenda Monti – ha dichiarato il leader di Sel, spostando l’attenzione sul Governo tecnico -. C’è se a pagare saranno le grandi ricchezze e non il lavoro dipendente. C’è se si assomiglierà a Hollande e non alla troika di Bruxelles”. Ed ha infine aggiunto: “Non riesco poi a immaginare l’assenza del popolo dell’Idv”. Per il momento resta ancora in dubbio la sua corsa alle primarie: “Se le primarie diventano la resa dei conti nel Pd, no grazie, non ho la tessera di quel partito, non è il mio luogo”.

 

L.C.

 

Con Direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan