Daniela Santanchè: missione ad Arcore per chiedere a Berlusconi la nascita del nuovo partito

Daniela Santanchè (getty images)

 

 

PDL – L’ex sottosegretario Pdl alla Presidenza del Consiglio, Daniela Santachè, è in procinto di recarsi ad Arcore per parlare con Silvio Berlusconi e chiedergli di chiudere definitivamente questa fase del partito ed avviare una rifondazione totale, possibilmente con la fondazione di un nuovo punto di riferimento politico.

“Ho deciso di andare ad Arcore – ha dichiarato la Santanchè in un’intervista al ‘Corriere della Sera’ – per chiedere a Berlusconi di chiudere questa fase del Pdl, avviare una rifondazione totale e, come ultima ipotesi, pensare anche alla nascita di un nuovo partito, che sia eventualmente federato ad altri”.

Il problema di fondo, secondo Daniela Santachè, è stata la reciproca avversità tra esponenti di Forza Italia e An: “La stessa scissione di Fini fu scatenata da una rivalità personale, umana e di puro potere con Berlusconi”, ha ricordato l’ex sottogretario, così come lo scandalo nella Regione Lazio è stato generato da “una guerra per bande tra ex An ed ex Fi, una roba bassissima, di lestofanti, di malfattori. E io dovrei perdere la faccia -ha sottolineato Santanchè – per colpa di un furbastro di provincia che si fa chiamare Batman. Non me ne importa niente di perdere il Lazio. Perdiamo pure una regione ma riconquistiamo l’onore”.

 

Redazione

 

Con Direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan