Ilva Taranto: lavoratori in sciopero dopo il no del gip, occupate le Statali Appia e Jonica (video YouReporter)

Uno scorcio dell'Ilva di Taranto (getty images)

 

 

ILVA TARANTO – All’Ilva di Taranto la protesta degli operai issati sulla torre dell’altoforno 5 e sulla passerella del camino E312 dell’area Agglomerato: questi ultimi, che si sono incatenati, stanno attuando lo sciopero della fame e della sete. Alle 9 di stamane è iniziato lo sciopero proclamato da Fim e Uilm, cui non aderisce la Fiom, e l’astensione dal lavoro proseguirà sino alle 7 di sabato, dopo il no del gip Patrizia Todisco al piano di risanamento proposto dall’azienda che impedisce, di fatto, la produzione. Per la mattinata di oggi gli operai dell’Ilva hanno annunciato l’effettuazione di blocchi stradali alla periferia del capoluogo e in particolare sulle Statali 100 per Bari e 106 Jonica per la Basilicata.

 

“Stiamo continuando a fare quanto programmato – ha dichiarato il ministro Clini -. Stiamo lavorando per il rilascio dell’Aia applicando la legge italiana e le direttive europee, in particolare prevedendo che Ilva debba adeguare i propri impianti ai migliori standard europei… Non c’è una risposta al Gip – ha proseguito il ministro dell’Ambiente – c’è la conferma del lavoro che stiamo facendo, applicando la legge. Concluderemo questo lavoro nei prossimi giorni e poi rilasceremo l’Aia”.

Di seguito un video YouReporter.

 

Redazione

 

Con Direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan